Seguici su:

1402248262

 

In un contesto industriale mondiale già compromesso da un incidente sul luogo di lavoro ogni 15 secondi (Fonte ILO, International Labour Organization) con impatto sul PIL del 4% (Fonte Inail), l’attuale emergenza pandemica rischia di rompere ancor più il già fragile equilibrio fra la necessità di mantenere la competitività del nostro Paese e la centralità della salvaguardia dei suoi lavoratori. 

 

Il progetto SAFE 4.0, cofinanziato dal Competence Center START 4.0, risponde ad una delle più importanti “social challenge” lanciate dalla quarta rivoluzione industriale: utilizzare le nuove tecnologie per aumentare la sicurezza dei lavoratori.

 

SIIT è Capofila di SAFE 4.0, associato del Centro di Competenza MISE Start 4.0, in cui collaborano le imprese Smart Track S.r.l., Novigo Technology S.r.l. e T&G Technology & Groupware S.r.l.

 

Una soluzione orientata ad aumentare la sicurezza dei lavoratori degli impianti industriali attraverso l’automazione della prevenzione e delle situazioni di rischio con l’utilizzo di intelligenza artificiale e tecnologie IoT “Connected Worker”.
Il punto di forza consiste nell’integrazione nel prodotto di metodiche innovative per l’analisi dei parametri vitali del lavoratore tramite dispositivi IoT indossabili relativi al rischio che corre in base alla mansione che svolge.

 

Lo sviluppo del progetto è stimato in un anno e il costo complessivo sarà di 475mila Euro, dei quali quasi 200 mila cofinanziati da START 4.0.

 

 

“SAFE 4.0 è orientato all’implementazione della predictive safety per aumentare la sicurezza nei luoghi di lavoro migliorando il nostro posizionamento sul mercato delle soluzioni IoT connected worker. Il progetto si propone di favorire la ripartenza dell’Innovazione Industria 4.0 rimettendo l’Uomo, e nella fattispecie la salvaguardia del Lavoratore, al centro della strategia di ripresa economica”, ha dichiarato Saverio Pagano, CEO di Smart Track Srl

 

“L’impatto dell’AI sul mondo manifatturiero può essere profondo. L’obiettivo di SAFE 4.0 è migliorare sia la produttività che le condizioni di lavoro. Al giorno d’oggi è importante essere reattivi nel prendere le decisioni in modo automatizzato, ma le decisioni devono essere spiegabili e verificabili dagli utenti in modo da facilitare l’utilizzo del sistema e la fiducia in esso. Novigo e tutto il gruppo Sedapta sono molto impegnate su questo punto”, ha dichiarato il CEO di Novigo Technology srl.

 

“Siamo entusiasti di poter contribuire nello sviluppo del progetto SAFE 4.0 con le nostre competenze nelle soluzioni IoT innovative. Le applicazioni basate su tecnologie IoT stanno finalmente conquistando un ruolo importante nel mercato, progetti come SAFE 4.0 ci permettono non solo di migliorare la nostra competitività nel settore, ma di indirizzare le nostre competenze verso un ambito per noi nuovo come quello della sicurezza fisica sui luoghi di lavoro”, ha dichiarato Giorgio Allasia, Responsabile Ricerca & Trasferimento Tecnologico T&G Srl.

 

“Il progetto SAFE 4.0 fa emergere quanto sia importante fare rete, perché in Liguria ci sono eccellenze tecnologiche e insiemi di competenze che, se sommate, possono fare invidia a qualunque big tecnologico”, ha dichiarato Bruno Conterno, direttore SIIT.

torna all'inizio del contenuto