Follow us:

 

 

Regione Liguria, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, l'Agenzia ICE e SACE SIMEST, la Conferenza delle Regioni e Unioncamere, invita le aziende liguri a partecipare al Roadshow virtuale dedicato alla presentazione del

 

Patto per l’Export

durante l’incontro che si terrà il

4 SETTEMBRE alle ore 9:30

 

 

e dove verrà illustrata la strategia di sostegno pubblico alle imprese che operano o intendono inserirsi nei mercati internazionali, attraverso risorse straordinarie messe a disposizione dal Governo e dalle Regioni per imprimere al sistema produttivo un nuovo slancio.

 

PER REGISTRARTI CLICCA QUI

 

Per maggiori info: https://www.ice.it/it/il-patto-lexport

 

 

 

 

The understanding of new technologies varies among the academia, industry and governments of central European countries.

 

CEUP 2030 (Interreg CENTRAL EUROPE project funded under the European Regional Development Fund) strives for excellence in policy making on Industry 4.0/Advanced Manufacturing in this region.
Using the outputs and results of Interreg cooperation and Horizon 2020 research projects, the consortium will create a comprehensive innovation system for policy making to set best-in-class structures and processes. They will generate stable innovation networks and thus streamline emerging knowledge with policy building in a regional context.

 

An upstreaming process is designed to meet the challenges & needs of available, high-quality innovation know-how in the CE area, which lacks sufficient cooperation & structure to really add-value at a policy-level & limits the competitive potential of connected regions.
Transnational, multi-level learning supports regions to overcome this challenge.

 

SIIT is proud to be part of  CEUP2030 and of coordinating the second round of Policy Learning Labs! 

 

In un contesto industriale mondiale già compromesso da un incidente sul luogo di lavoro ogni 15 secondi (Fonte ILO, International Labour Organization) con impatto sul PIL del 4% (Fonte Inail), l’attuale emergenza pandemica rischia di rompere ancor più il già fragile equilibrio fra la necessità di mantenere la competitività del nostro Paese e la centralità della salvaguardia dei suoi lavoratori. 

 

Il progetto SAFE 4.0, cofinanziato dal Competence Center START 4.0, risponde ad una delle più importanti “social challenge” lanciate dalla quarta rivoluzione industriale: utilizzare le nuove tecnologie per aumentare la sicurezza dei lavoratori.

 

SIIT è Capofila di SAFE 4.0, associato del Centro di Competenza MISE Start 4.0, in cui collaborano le imprese Smart Track S.r.l., Novigo Technology S.r.l. e T&G Technology & Groupware S.r.l.

 

Una soluzione orientata ad aumentare la sicurezza dei lavoratori degli impianti industriali attraverso l’automazione della prevenzione e delle situazioni di rischio con l’utilizzo di intelligenza artificiale e tecnologie IoT “Connected Worker”.
Il punto di forza consiste nell’integrazione nel prodotto di metodiche innovative per l’analisi dei parametri vitali del lavoratore tramite dispositivi IoT indossabili relativi al rischio che corre in base alla mansione che svolge.

 

Lo sviluppo del progetto è stimato in un anno e il costo complessivo sarà di 475mila Euro, dei quali quasi 200 mila cofinanziati da START 4.0.

 

 

 

“SAFE 4.0 è orientato all’implementazione della predictive safety per aumentare la sicurezza nei luoghi di lavoro migliorando il nostro posizionamento sul mercato delle soluzioni IoT connected worker. Il progetto si propone di favorire la ripartenza dell’Innovazione Industria 4.0 rimettendo l’Uomo, e nella fattispecie la salvaguardia del Lavoratore, al centro della strategia di ripresa economica”, ha dichiarato Saverio Pagano, CEO di Smart Track Srl

 

“L’impatto dell’AI sul mondo manifatturiero può essere profondo. L’obiettivo di SAFE 4.0 è migliorare sia la produttività che le condizioni di lavoro. Al giorno d’oggi è importante essere reattivi nel prendere le decisioni in modo automatizzato, ma le decisioni devono essere spiegabili e verificabili dagli utenti in modo da facilitare l’utilizzo del sistema e la fiducia in esso. Novigo e tutto il gruppo Sedapta sono molto impegnate su questo punto”, ha dichiarato il CEO di Novigo Technology srl.

 

“Siamo entusiasti di poter contribuire nello sviluppo del progetto SAFE 4.0 con le nostre competenze nelle soluzioni IoT innovative. Le applicazioni basate su tecnologie IoT stanno finalmente conquistando un ruolo importante nel mercato, progetti come SAFE 4.0 ci permettono non solo di migliorare la nostra competitività nel settore, ma di indirizzare le nostre competenze verso un ambito per noi nuovo come quello della sicurezza fisica sui luoghi di lavoro”, ha dichiarato Giorgio Allasia, Responsabile Ricerca & Trasferimento Tecnologico T&G Srl.

 

“Il progetto SAFE 4.0 fa emergere quanto sia importante fare rete, perché in Liguria ci sono eccellenze tecnologiche e insiemi di competenze che, se sommate, possono fare invidia a qualunque big tecnologico”, ha dichiarato Bruno Conterno, direttore SIIT.

 

Lunedì 8 giugno alle ore 12 ci sarà la presentazione del FONDO STRATEGICO REGIONALE Modalità Attuative “Interventi volti al rafforzamento patrimoniale delle PMI liguri per affrontare l’emergenza COVID-19”. 

 

Per partecipare è necessario iscriversi al seguente link: 

https://forms.gle/PQCAWq5t3AVHtTGV6

 

La mattina dell'evento sarà inviato un link per il collegamento a tutti gli iscritti.

 

 

The Institute for Applied Mathematics and Information Technologies of the National Council of Research in collaboration with CAD.I.TECH Company is opening the selection for 1 research fellow position for the duration 1 year renewable to 2 years

 

Research title: Design and development of methods and tools for industrial maintenance using AR/MR technologies

 

within the MAREMMA project funded by the programme European Social Fund Liguria Region 2014-2020, axis 3 “Education and training”, Specific objective 10.5, “Increasing the levels of competencies, participation and training success in University and/or equivalent education”. 

 

The Selection N.  IMATI-004-2020-GE will be based on qualifications and interview (the interview, on request, can be conducted remotely).

 

Application deadline: June 30, 2020

 

Conditions required for the participation:

Applicants must be  29 years old or younger on June 15 2018

Master degree in Computer Science or Information Technologies or Information Science or Engineering or Mathematics or Physics.

 

Full application details at:

http://www.imati.cnr.it/index.php/opportunities?layout=edit&id=831

For theEnglish version

http://www.imati.cnr.it/images/BANDI/2020/IMATI-004-GE/BANDO-ASSEGNO-IMATI-004-2020-GE_English.pdf

 

Contacts: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

 

Vi segnaliamo l'’apertura di tre bandi regionali a supporto delle imprese con sede sul territorio della Regione Liguria

 

  • Fondo WE START UP Strumenti finanziari partecipativi destinati alle Start up
    Volto a sostenere le start up del territorio regionale ligure per affrontare l’emergenza Covid-19.
    I destinatari del bando sono tutte le start up innovative e le neo imprese che abbiano implementato modelli di innovazione, operanti sul territorio della Regione Liguria.

    Trovate maggiori informazioni qui 
     
  • RAFFORZAMENTO PATRIMONIALE IMPRESE (EQUITY E SEMIEQUITY)
    Volto a sostenere le PMI del territorio regionale ligure per affrontare l’emergenza Covid-19.
    destinatari del bando sono tutte le piccole e medie imprese in forma di società di capitale, operanti sul territorio della Regione Liguria.

    Trovate maggiori informazioni qui

 

  • Prestiti rimborsabili a supporto processi di riconversione nella produzione di DPI
    Il bando si propone di supportare le MPMI del territorio regionale ligure attraverso operazioni di “turnaround financing” volte a sostenere la riconversione e l’ammodernamento di impianti produttivi di tutte le realtà economiche che abbiano intrapreso la produzione di presidi sanitari per contrastare la diffusione di Covid 19, finanziandone i processi di riconversione ed acquisizione di impianti per produzione di presidi medico-sanitari (camici mascherine ecc).


 

A breve verranno organizzate le presentazioni per ciascun bando, in modo da permettere un miglior approfondimento delle tematiche.

La prima presentazione del Fondo WE START UP sarà Giovedì 21 Maggio ore 12, grazie a Regione Liguria e Ligur Capital

 

Per partecipare è necessario iscriversi al seguenti link: https://forms.gle/p8QduNuMTTBgC87R7

 

Per avere maggiori informazioni relative ai bandi in uscita informazioni cliccare qui o visitare la pagina facebook FILSE

 

 

 

Vi informiamo che La  Giunta di Regione Liguria  -in data 30 aprile- ha deliberato la proroga del Bando Azione 1.24:Supporto alla realizzazione di progetti complessi di attività di ricerca e sviluppo per le imprese aggregate ai Poli. 

 

Si evidenziano le nuove date:

 

 pre-candidature fino al 29/06/2020;

 

  • proposte progettuali dal 07/07/2020 e fino al 21/07/2020
  • procedura off line a far data dal 30/06/2020

 

 La DGR, non appena disponibile, verrà caricata sulla piattaforma regionale

 

 

Per scaricare il bando e trovare tutte le informazioni cliccare qui

 

Vi informiamo che la Giunta Regionale di Regione Liguria ha recentemente prorogato i termini del Bando "POR FESR 2014-2020 - Asse 1 - Azione 1.2.4 - Poli di Ricerca e Innovazione. Supporto alla realizzazione di progetti complessi di attività di ricerca e sviluppo per le imprese aggregate ai Poli di Ricerca ed Innovazione - Bando 2020", le pre-candidature potranno essere presentate fino alla data del 28/05/2020.


Per scaricare il bando e trovare tutte le informazioni cliccare qui

 

 

Segnaliamo a tutti gli associati che sul sito di FI.L.S.E. s.p.a. trovate tutti i bandi di Regione Liguria per l'emergenza Covid-19.

Link per vedere tutte le agevolazioni: https://www.filse.it/servizi/agevolazioni.html 

<p>Vi segnaliamo l'evento di presentazione di “<strong>INNOVAZIONE LIGURIA</strong>” la piattaforma di collaborazione innovativa della Regione Liguria finalizzata alla creazione di ecosistemi di innovazione aperta.</p>
<p>L'obiettivo è offrire agli operatori dell'innovazione uno spazio di confronto per lo scambio di conoscenza e di progettualità collaborative, facilitando la creazione di ecosistemi di innovazione aperta in grado di affrontare tematiche sfidanti. La piattaforma nasce per promuovere il confronto anche fra gli stakeholder regionali e i destinatari delle politiche di supporto alla ricerca, innovazione e competitività, per un dialogo continuo con il territorio sullo sviluppo della strategia di specializzazione regionale intelligente.</p>
<p>L’iniziativa si terrà mercoledì 4 dicembre alle ore 11.45 presso la Camera di Commercio di Genova- Salone del Bergamasco- Via Garibaldi, 4. <br />Grazie al coinvolgimento della rete EEN- Enterprise Europe Network, sarà inoltre l'occasione per illustrare le opportunità di finanziamento per le imprese.</p>
<p><span>Sotto il programma dell'evento.</span></p>

Il Distretto Tecnologico Ligure SIIT Scpa partecipa al progetto cofinanziato dal MIUR Sviluppo di tecnologie innovative di Osservazione della Terra per lo studio del Cambiamento cLimatico e dei suoi IMpatti su Ambiente e territorio (OT4CLIMA).

L’obiettivo generale del progetto OT4CLIMA è quello di sviluppare nuovi strumenti di misura e nuove metodologie di Osservazione della Terra per fornire prodotti/applicazioni/servizi volti a migliorare le capacità di mitigazione degli effetti dei Cambiamenti Climatici (CC) alla scala regionale e sub-regionale.

Il progetto nasce dalla consapevolezza che gli impatti dei CC in atto sull’ambiente ed il territorio necessitano di essere meglio compresi, modellati ed osservati, anche alla scala locale e regionale al fine di porre in essere strategie di mitigazione appropriate ed efficaci. Esso prova a rispondere ad alcune delle sfide ancora aperte, individuate dalle principali iniziative internazionali (e.g CEOS WG Climate, GCOS) come Raccomandazioni ed Azioni per i prossimi anni come, ad esempio, l’utilizzo di nuove tecnologie di osservazione, l’osservazione di parametri climatici aggiuntivi nonché lo sviluppo di nuove tecniche di analisi (cfr. GCOS 2016 Implementation Plan).

OT4CLIMA, senza avere la pretesa di affrontare la problematica nel suo complesso, intende contribuire su specifici ambiti fenomenologici (ciclo dell’acqua e ciclo del Carbonio), parametri, osservabili e matrici ambientali.

Verranno in particolare studiati sia gli impatti a medio-lungo termine (es. stress vegetazionali, siccità) sia gli eventi estremi con dinamica evolutiva rapida (es. fenomeni meteorologici intensi, incendi) tentando una duplice innovazione tecnologica, di “prodotto” e di “processo”.

Il progetto, per esempio, renderà concreta la possibilità di misurare, con modalità e accuratezza senza precedenti, parametri atmosferici (per es. l’OCS, solfuro di carbonile) e superficiali (per es. il contenuto d’acqua dei suoli) cruciali nella determinazione del contributo della vegetazione al bilancio della CO2, proponendo al contempo soluzioni, basate sull’analisi e l’integrazione di dati osservativi acquisiti da piattaforme satellitari, avio-trasportate ed unmanned, per migliorare significativamente la capacità delle comunità locali di affrontare gli effetti dei CC a breve e lungo termine.

Il team di progetto è costituito da una solida partnership pubblico-privata con una forte presenza nel sistema della ricerca e dell’innovazione europeo e nazionale nel settore dell’Aerospazio.

  • Committente: Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR)
  • Coordinatore: Consiglio Nazionale delle Ricerche Responsabile scientifico: Nicola Pergola (CNR-IMAA)
  • Periodo di attività: 2018 -2021
  • Costo totale progetto: € 9.049.470,47
  • Agevolazione complessiva: € 4.494.621,38
  • Partecipazione SIIT: attraverso gli attuatori GTER e STAM

Il progetto è stato finanziato nell’ambito del Programma PON “Ricerca e Innovazione 2014 e 2020, Avviso per la presentazione di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale nelle 12 aree di specializzazione individuate dal PNR 2015-2020 – Area di Specializzazione “Aerospazio”.

Smart communities Tech ti invita al tavolo di lavoro Grandi Imprese e PMI sull'Open Innovation che si terrà il 24 /10 presso SMAU Milano.

 

La tua impresa è una start-up o una PMI?
Hai già avuto esperienze di Open Innovation?

Tavolo di lavoro: Open Innovation e Smart Communities
24 ottobre ore 12.00-13.30 @Innovation Lab 2 SMAU

Candidati per partecipare al tavolo di lavoro: un incontro di un'ora e mezza circa, momento privilegiato di conoscenza, formazione e collaborazione.
Abbiamo invitato al tavolo: A2A, Acea, Cisco, Comune di Amalfi, Comune di Capaci, Comune di Novara, Comune di Reggio Emilia, Ferrovie dello Stato, Intel, Leonardo, Oracle, Regione Calabria, Regione Campania, Sirti, ZTE Italia

 

Sei interessato a partecipare? Scrivi a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
L'iniziativa è riservata agli aderenti al Cluster Smart Communities Tech.

Hai un’idea innovativa?

Vuoi sviluppare un nuovo progetto imprenditoriale?

Sei uno startupper? 

... Allora partecipa a SMARTcup Liguria 2019 il concorso di idee imprenditoriali per stimolare la nascita di imprese innovative. Vuoi saperne di più? Vieni alle presentazioni dell’iniziativa!

Dal 12 settembre aperto il bando SMARTcup Liguria 2019 Partecipa alle presentazioni dell’iniziativa...

Ecco le date:

  • Martedì 17 settembre ore 10.30 Università di Genova - Scuola di Scienze MFN Dipartimento di Matematica DIMA (aula 714) Via Dodecaneso 35 - Genova
  • Mercoledì 18 settembre ore 10.30 Università di Genova - Scuola di Scienze Mediche e Farmaceutiche Dipartimento di Medicina Interna e Specialità mediche DIMI (Saletta conferenze )Viale Benedetto XV 6 - Genova
  • Lunedì 23 settembre ore 10.30 Università di Genova - Scuola di Scienze Sociali e Scuola di Scienze Umanistiche Dipartimento di Economia DIEC (Aula Caffa – 3° piano) Via Vivaldi 2 – Genova
  • Giovedì 26 settembre ore 14.30 Università di Genova - Scuola Politecnica Dipartimento di Informatica, Bioingegneria, Robotica e Ingegneria dei Sistemi DIBRIS (Aula E0 – piano terra) Via Opera Pia 13 - Genova

La partecipazione è libera e gratuita.

Per saperne di più visita:

Il progetto ISIDE – Innovazione per la SIcurezza DEl mare, finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma INTERREG – Italia-Francia Marittimo – III Avviso (2018), indirizza il tema del miglioramento della sicurezza in mare contro i rischi della navigazione mediante lo sviluppo e l’applicazione di modelli di comunicazione innovativi basati su tecnologie ICT.

I partners del progetto sono: Università di Cagliari (capofila), SIIT, AdSP Mar Tirreno Settentrionale, AdSP Mare di Sardegna, NA.VI.GO, CCI de la Haute.Corse, CCI du VAR, Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto.

In particolare, SIIT coinvolge nel progetto i propri Enti Soci CIPI, M3S, IRIS e Infocom.

Il progetto è operativo dal 31 maggio 2019, si svilupperà su un arco di tre anni solari.

Il primo Comitato di Pilotaggio, che si è svolto il 3 luglio presso la sede di CCIV a Bregaillon (Tolone), al quale hanno partecipato rappresentanti di tutti i partners di progetto, ha consentito di mettere a fuoco le prime attività da avviare, nel rispetto del cronoprogramma generale, identificando altresì le persone chiave e i rappresentanti ufficiali di ciascun partner.

Nel corso del CdP è stato altresì concordato che l’evento di lancio del progetto si svolgerà a Genova il 18 ottobre, all’interno di un evento allargato, organizzato da Regione Liguria, che coinvolgerà, oltre a ISIDE, altri 4 progetti finanziati nell’ambito dello stesso programma: OMD, ALACRES2, LOSE+ e SINAPSI.

Genova, 6 maggio 2019

GreenValley International è in Italia con i suoi nuovi LIDAR da drone.

L’evento, previsto a Genova per il prossimo 6 maggio ed è organizzato da GTER e da JP Droni , che insieme sono rivenditori dell’azienda californiana.

Sarà l’occasione di vedere all’opera il DJI Matrice 600 con il LiAIRS 50, prodotto di punta di GreenValley International, e il LiBackPack, lo zaino ad alta tecnologia per scansioni laser.

La partecipazione è gratuita ma è richiesta la registrazione.

VAI ALLA REGISTRAZIONE >>

 

Regione Liguria protagonista dell’innovazione tecnologica 4.0 al MCSPE di Parma. Collaborazione tra pubblico e privato per sostenere l’evoluzione digitale nelle imprese e creare un ecositema collaborativo capace di creare occupazione e sviluppo economico.

È stato il “Tunnel dell’Innovazione”, realizzato dal Cluster Tecnologico Nazionale Fabbrica Intelligente dove Regione Liguria è tra le sette regioni di punta, l’elemento di spicco della diciottesima edizione del Mecspe di Parma, l’evento di riferimento della manifattura 4.0 che si è svolto dal 28 al 30 marzo.

L’evento di rilievo nazionale ed internazionale, inserito nel percorso a supporto della via italiana per l’industria 4.0 e avviato da Mecspe e Senaf nel 2017 con i Laboratori di Fabbrica Digitale, ogni anno interagisce con i territori e i soggetti strategici del Paese per raccontare e spiegare la grande trasformazione 4.0 dell’industria.

Il “Tunnel dell’innovazione” è uno spazio polisensoriale e immersivo dedicato al futuro della fabbrica smart, realizzato in tandem con il Cluster Tecnologico Nazionale Fabbrica Intelligente, in cui sono riuniti oltre 300 soci tra imprese, università, centri di ricerca e le 7 regioni fondatrici tra cui la Regione Liguria che dal 2012 ha sostenuto l’attività dei Cluster Fabbrica, Trasporti, Città intelligenti estesa nel 2015, ad Economia del mare e Bioeconomia. Sin dal principio hanno fatto parte della componente regionale del Cluster Fabbrica Intelligente il Distretto Sistemi Intelligenti Integrati e Università degli Studi di Genova.

Il tunnel dell’innovazione di Mecspe ha ospitato i quattro lighthouse plant (impianti faro a valere sul Piano Nazionale Industria 4.0), sviluppati da Ansaldo Energia (con il cofinanziamento del Ministero dello Sviluppo Economico e di Regione Liguria), ABB Italia, Tenova/ORI Martin e Hitachi Rail Italy. I progetti impianto faro selezionati dal Cluster Fabbrica Intelligente, per conto del Ministero dello Sviluppo Economico, rappresentano esempi virtuosi di un “saper fare innovazione” in un ecosistema collaborativo che coinvolge i territori delle regioni, il sistema paese con una prospettiva internazionale.

A Mecspe Regione Liguria, con l’assessorato allo Sviluppo Economico, ha partecipato all’incontro con la delegazione statunitense sui temi di manifattura avanzata e all’Assemblea Generale e conferenza sulla Ricerca ed Innovazione per la Fabbrica Intelligente.

La Regione Liguria è riuscita ad avere il primo Light House Plant d’Italia, come uno dei risultati determinati dal posizionamento strategico regionale operato dal 2015 ad oggi, quel sistema e quelle condizioni di Distretti e Poli Tecnologici che hanno consentito un efficace presidio e posizionamento della Regione a favore delle realtà del territorio, giocando un ruolo a livello nazionale, ulteriormente rafforzato dalla costituzione del Centro di Competenza Start 4.0 sulla sicurezza delle infrastrutture critiche.

A seguito delle iniziative di successo che sono state realizzate sul territorio regionale ligure, è stato costituito il Digital Innovation Hub Liguria (nell’ambito del Piano Nazionale Impresa 4.0) con il compito di orientamento e indirizzo per quanto concerne l’evoluzione digitale delle imprese del territorio. Il Direttore del DIH Liguria Guido Conforti ha illustrato in particolare l’approccio seguito, che è volto a sostenere la trasformazione digitale dei settori produttivi caratterizzanti il territorio regionale e delle filiere di fornitura delle grandi imprese. Un primo esempio in questo senso è il progetto AENet 4.0, sviluppato in partnership con Ansaldo Energia che è stato valutato da Confindustria come best practice da estendere a livello nazionale.

A conclusione di questo percorso strategico di successo, il neoeletto Presidente del Cluster Tecnologico Nazionale Fabbrica Intelligente, Luca Manuelli di Ansaldo Energia, ha sottolineato il fatto che un ligure come Presidente del Cluster sia un chiaro segnale che un territorio, pur provato dalla immane tragedia del ponte Morandi, ha la capacità di guardare avanti e di proporsi come la “BaSilicon Valley” italiana, forte di un ecosistema collaborativo pubblico-privato in grado di favorire uno sviluppo basato sui paradigmi dell’Open Innovation.

 

 

Vi invitiamo all'evento che si terrà il prossimo 10 aprile presso la sede SIIT per presentare alle aziende potenzialmente interessate il progetto ALLIANCE nell’ambito del bando COSME, varato dall’Unione Europea per permettere alle PMI di accedere ai finanziamenti e di far crescere la propria competitività in campo internazionale.

Per saperne di più scarica l'agenda dell'incontro (pdf - 274.49 Kb )

torna all'inizio del contenuto