PLUG-IN

Area Tematica: Infomobilità

PLUG-IN - Piattaforma per la mobiLità Urbana con Gestione delle Informazioni da sorgenti eterogenee


Soggetti coinvolti:
Elsag Datamat, Selex Communications, Bombardier Transportation, Ansaldo STS, Unige DISI, Unige DIST, Unige DIMSET, Unige DINAEL, Unige DIBE, CNR IMATI, CNR IEIIT, CNR ISSIA, Softeco Sismat, Aitek, Abirk, Insis, Cap, On-Air, Fos, Cleis Technologies, Gruppo Sigla

 

Obiettivi
Il progetto prevede la progettazione e realizzazione di una piattaforma per la mobilità urbana per la gestione di informazioni provenienti da fonti eterogenee, finalizzata a determinare lo stato di traffico corrente, stimarne affidabilmente l’evoluzione nel breve-medio termine, definire possibili strategie d’intervento in caso di congestioni e fornire in tempo reale indicazioni, collettive o personalizzate, all’utenza.

I dati per la previsione e il controllo del traffico verranno raccolti da più fonti; tra di esse vi sono gli utenti professionali (Vigili del Fuoco, Polizia Municipale, 118, ecc. ), veicoli dotati di particolari strumentazioni on-board (ad esempio veicoli che forniscono la propria posizione, velocità e destinazione), sensori per l’analisi delle scene di traffico (che sopperiscono alla carenza di sensori “tradizionali” come spire e AVM). Le diverse fonti saranno integrate anche dal punto di vista semantico. Tra i dati a disposizione vi sarà anche il grado di riempimento dei treni che circolano nell’area urbana.

Una parte importante del progetto è legata anche agli aspetti di telecomunicazione. La problematica da affrontare è l’interconnessione di reti eterogenee (reti IP che connettono i data base delle sale operative, reti wireless che connettono i veicoli, reti satellitari che connettono i sistemi mobili, etc.), necessità tanto più sentita quanto più si intende interconnettere alla piattaforma PLUG-IN enti/servizi professionali, che hanno il ruolo sia di sensori del traffico (forniscono informazioni al sistema) sia di utenti della rete che ricevono informazioni sullo stato del traffico: nei casi in cui tali enti/servizi, il 118, la Polizia Municipale) o non dispongono di una connessione propria oppure non intendono utilizzarla per lo scambio delle informazioni in oggetto verso i propri mezzi mobili, deve essere la piattaforma stessa, trattata nel presente progetto, a provvedere all’interconnessione ad hoc verso i singoli veicoli.

Informazioni aggiuntive