Smart Communities, via ai gruppi di lavoro 2017

 

 

Al via i gruppi di lavoro per redigere l'edizione 2017 dell'Agenda strategica nazionale per le Smart Communities


Al via i lavori degli aderenti al Cluster per redigere l'edizione 2017 della Agenda Strategica Nazionale di Ricerca e Innovazione per le Smart Communities (già Roadmap), il documento di riferimento per le strategie di sviluppo del Cluster e per il dialogo con le istituzioni: MIUR, MISE  e Regioni.

I Gruppi di Lavoro sono a guida industriale e costituiscono per le imprese un'occasione importante per promuovere le proprie soluzioni tecnologiche, per posizionarsi rispetto allo scenario competitivo e nella catena del valore del settore nonché per avere un ruolo nel disegnare uno scenario di sviluppo che si muova in linea con le proprie priorità  di ricerca e innovazione.

 

ISCRIVITI GRATUITAMENTE

 

 

Nel corso del 2017 i Gruppi di Lavoro saranno organizzati in tre incontri durante i mesi di marzo, aprile maggio innanzitutto per validare le Traiettorie già inserite nella Roadmap 2016 e identificare le priorità di intervento per le Smart Communities.

 

GUARDA IL CALENDARIO DEGLI INCONTRI

 

 

 
 
 
 

 

 

 

 

 
 
 
 

 

SmartCommunitiesTech
gestito dal “Consorzio Cluster Tecnologico Nazionale sulle Tecnologie per le Smart Communities”

 

 

 
 
 

 

POLI DI RICERCA E INNOVAZIONE Nuovo assetto nella programmazione POR FESR Liguria 2014-2020 - Genova, 19 dicembre 2016

POLI DI RICERCA E INNOVAZIONE

Nuovo assetto nella programmazione

POR FESR Liguria 2014 - 2020

 

Lunedì 19 Dicembre 2016

Sala del Bergamasco della Camera di Commercio di Genova

Via Garibaldi 4 - Genova

I Poli di Ricerca e Innovazione della Regione Liguria, costituiti nel 2011 nell’ambito della precedente programmazione regionale, hanno percorso negli ultimi mesi un attento ed articolato processo di razionalizzazione che ha portato all’individuazione di ambiti tecnologici e sviluppo ancor più dettagliati e specifici, in linea con gli orientamenti europei e con le esigenze del nostro territorio.

Finalità primaria dei Poli di Ricerca e Innovazione è quella di sostenere i progetti di ricerca delle imprese, configurandosi come i soggetti intermediari dell’innovazione capaci di mettere in relazione strutture di ricerca, piccola, media e grande impresa.

Nel contesto descritto, Regione Liguria, in collaborazione con il sistema camerale ligure, organizza un momento di presentazione del nuovo assetto dei Poli di Ricerca e Innovazione nell’ambito della programmazione economica regionale 2014-2020.

 

 

Occorre iscriversi entro il 16 dicembre ( rif. programma e modulo allegato)

Tavola rotonda “WORLD IS CHANGING, WILL INDUSTRY 4.0 CHANGE THE FUTURE?" - Genova, 14 dicembre 2016

“WORLD IS CHANGING, WILL INDUSTRY 4.0 CHANGE THE FUTURE?

in occasione della visita a Genova di tre importatni imprese Statunitensi, Monsanto, Lean Scheduling e Novertta group, Liguria International in collaborazione con Confindustria Liguria ha organizzato una tavola rotonda il giorno 14 dicembre alle ore 16 presso la Scuola Politecnica di Genova.

In allegato il programma dettagliato.

Programma

Per maggiori informazioni

Piera Ponta - tel. 010 - 833.8426 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Oppure

Paola Albesano - tel. 010 - 548.5503 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Link alla news  su Liguria International

Richiesta per manifestazione di interesse Poli TRANSIT e SOSIA

In previsione dei prossimi bandi Regionali dedicati ai Poli d’ Innovazione, al fine di procedere con una adeguata fase di preparazione per i Poli TRANSIT e SOSIA, che tenga conto di tutte le competenze presenti sul territorio ligure  relativamente alle tematiche correlate, s’ invitano gli Enti interessati ed operativi sul territorio Ligure, ad inviare a SIIT:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   una comunicazione con l’indicazione dell’ area tematica di interesse dell’ Ente, corredata da una breve nota di sintesi ( max 1-2 pag.) relativa a possibili contributi progettuali e specifiche competenze nel dominio. Nella comunicazione l’ Ente dovra’ indicare  un proprio referente con cui SIIT possa interagire nel prosieguo.

 

 

Polo TRANSIT

Declaratoria di riferimento

Elaborazione e realizzazione di progetti che, tenendo  in debito conto gli aspetti di natura economica, ingegneristica e giuridica, sviluppino significative attivita’ su scala metropolitana, regionale e macro regionale, considerando le interazioni con i principali assi  viari e nodi logistici regionali (porti, interporti, aeroporti), le interazioni con le reti a scala più ampia, quali i nuovi corridoi europei sia stradali che ferroviari e  le rotte marittime.

Il riferimento generale e’ alla ricerca ed all’ innovazione in atto nel settore dei trasporti, come esempio significativo  per il trasporto su ferro, in linea con i programmi Nazionali (Cluster Trasporti Italia 2020),  ed europei (Shift2Rail) che puntano a soluzioni innovative per incrementare la capacità, la sicurezza e l’efficienza del trasporto merci e passeggeri, riducendo sia l’impatto ambientale che il costo a vita intera. I progetti complessivamente indirizzati nell’ ambito del Polo TRANSIT, avvalendosi di un consistente “know how” gia’ disponibile grazie ai risultati gia’ ottenuti dal Polo su studi e progetti pregressi od in fase di completamento,  saranno dedicati  alle  tematiche della mobilita’ sostenibile, della sicurezza del trasporto, della manutenzione intelligente ed  alla gestione, allo sviluppo ed  al controllo intermodale del traffico di merci e persone.

Da rilevare in particolare i risultati attesi su: gestione, sviluppo, pianificazione strategica, miglioramento dei livelli di sicurezza del sistema, integrazione e controllo di sistemi logistici complessi e dell'interazione porto/territorio, per l'impiego nell’ ambito degli ITS delle  tecnologie adeguate per migliorare l’offerta dei servizi, per l’uso di tecniche diagnostiche e di data mining al fine di generare conoscenza dai dati per migliorare la qualità e l’efficienza del servizio.

 

SOSIA

Polo SOSIA

Si sviluppera’ su 3 Macro aree

Declaratoria di riferimento

1.      Gestione dei rischi ambientali e controllo del territorio: dalle misure di prevenzione e mitigazione, dai sistemi di monitoraggio e allerta alla gestione delle emergenze (rischio idro-geologico; inquinamento ambientale in aria, terra, fiumi e mare; inondazione ed erosione costiera).  

2.      Cybersecurity delle infrastrutture critiche, inclusi i sistemi di controllo industriale per la produzione e distribuzione dell’energia, per le supply chain, e per i trasporti.  Sicurezza dei dati, delle identità digitali e delle applicazioni nei paradigmi di computazione emergenti (web, mobile, cloud e Intenet-of-Things).  Sicurezza applicativa e security-by-design. Condivisione controllata delle informazioni e dei documenti classificati. Piattaforme per l’addestramento  alla Cybersecurity. Elaborazione di un piano di sviluppo innovativo per la cybersecurity con la creazione di centri di eccellenza regionali nel settore della ricerca e della produzione industriale.

3.      Sistemi innovativi ICT per la Fabbrica Intelligente ed automazione FI SharedLab- Liguria.

Sistemi per la produzione personalizzata; strategie, metodi e strumenti per la sostenibilità industriale; sistemi per la valorizzazione delle persone nelle fabbriche; sistemi di produzione ad alta efficienza; processi produttivi innovativi; sistemi di produzione evolutivi e adattativi; strategie e management per i sistemi produttivi di prossima generazione.

Informazioni aggiuntive