Poli di innovazione

Polo TRANSIT e Polo SOSIA versione 1.0

SIIT, nel periodo 2011-2014 ha provveduto alla promozione, al supporto ed all’ indirizzo operativo per la definizione dei domini di 2 Poli Regionali: TRANSIT (direttamente) e SOSIA (in collaborazione con altro Ente), curando in modo particolare l’armonizzazione e le sinergie delle attività d’interazione Distretto SIIT- Poli per:

Polo TRANSIT: Automazione supervisione, sicurezza nei trasporti e nella logistica: Trasporti e logistica; portualità e intermodalità; aspetti tecnologici, organizzativi, gestionali ed istituzionali nel funzionamento dei processi di pertinenza degli Enti operanti nel sistema territoriale ligure.
Polo SOSIA: Sistemi ed applicazioni di automazione avanzata in ambienti anche non strutturati. Automazione “intelligente” per l’ innovazione di prodotti, processi e servizi.

Attivita’ svolte
Nel complesso le attività sono state articolate secondo tre Moduli principali :
Modulo 1: Gestione del Polo
Modulo 2: Trasferimento delle conoscenze e progettualità
Modulo 3: Comunicazione

Progetti sviluppati
I progetti sono stati sviluppati nell’ambito del bando per i progetti PAR FAS correlati ai Poli d’Innovazione Regionale, in particolare nel caso di SIIT al Polo TRANSIT ed al Polo SOSIA.

  • Progetto SMILE: “Logistica di ultimo miglio”
  • Progetto T Cube: “Territorio e Turismo”
  • Progetto Pin4Mob: “Piattaforma a supporto dei servizi per comunità medio-piccole”
  • Progetto DIECI: “Tecnologie e dispositivi per accessi smart”
  • Progetto SAFEMAP: “Sistema per il monitoraggio di situazioni per calamità naturali e rischio ambientale”
  • Progetto MES: “Manufacturing Execution Systems basati su tecnologia Cloud Computing”
  • Progetto SecurFusion: “ Radio/Video Data Fusion per la Sicurezza nei Cantieri“

Polo TRANSIT e Polo SOSIA versione 2.0

Nel 2017 Regione Liguria ha indirizzato la ridefinizione dei Poli d’Innovazione regionali, per quanto concerne SIIT, è stato sancito il ruolo di Soggetto Gestore di coordinamento per i due Poli TRANSIT e SOSIA, i cui ambiti operativi sono stati opportunamente rivisti. In particolare:

Polo TRANSIT versione 2.0si pone come obiettivo prioritario l’elaborazione e realizzazione di programmi, progetti ed attività che, tenendo in debito conto gli aspetti di natura economica, ingegneristica e giuridica, sviluppino significative ricadute su scala metropolitana, regionale e macro regionale, considerando gli sviluppi specifici nelle infrastrutture e nei nodi logistici regionali (porti, interporti, aeroporti), le interazioni con i principali assi viari e con le reti a scala più ampia, quali i nuovi corridoi europei sia stradali che ferroviari e le rotte marittime.
In tal senso, il riferimento generale è alla ricerca ed all’innovazione in atto nel settore dei trasporti, come esempio significativo per il trasporto su ferro, in linea con i programmi Nazionali (Cluster Trasporti Italia 2020), ed europei (Shift2Rail) che puntano a soluzioni innovative per incrementare la capacità, la sicurezza e l’efficienza del trasporto merci e passeggeri, riducendo sia l’impatto ambientale che il costo a vita intera. I progetti complessivamente indirizzati nell’ambito del Polo TRANSIT, avvalendosi di un consistente “know how” già disponibile grazie ai risultati ottenuti dal Polo precedente su studi e progetti pregressi o in fase di completamento, saranno indirizzati alle tematiche della mobilità sostenibile, della sicurezza del trasporto, della manutenzione intelligente, ed in generale a possibili miglioramenti della gestione, sviluppo e controllo intermodale del traffico originato da merci e persone.

Polo SOSIA versione 2.0si pone come obiettivo prioritario l’elaborazione e realizzazione di programmi, progetti ed attività prevalentemente relativi ai seguenti ambiti:

  1. Gestione dei rischi ambientali e controllo del territorio: studio e sviluppo di applicazioni in stretta collaborazione con gli stakeholders del dominio, che consentano di integrare misure di prevenzione e mitigazione, sistemi di monitoraggio e allerta, gestione delle emergenze (rischio idro-geologico; inquinamento ambientale in aria, terra, fiumi e mare; inondazione ed erosione costiera). Definizione di una roadmap temporale che preveda il supporto allo sviluppo di un programma articolato per il recupero ed il controllo ambientale del territorio della Regione Liguria.
    Il programma sarà basato sia sull’integrazione razionale di sistemi, applicazioni, prodotti e tecnologie già esistenti, sia sull’integrazione di elementi innovativi derivanti da nuova progettualità.
  2. Cybersecurity: delle infrastrutture critiche, inclusi i sistemi di controllo industriale per la produzione e distribuzione dell’energia, per le supply chain, e per i trasporti. Sicurezza dei dati, delle identità digitali e delle applicazioni nei paradigmi di computazione emergenti (web, mobile, cloud e Internet-of-Things). Sicurezza applicativa e security-by-design. Condivisione controllata delle informazioni e dei documenti classificati. Piattaforme per l’addestramento alla Cybersecurity. Elaborazione di un piano di sviluppo innovativo per la cybersecurity con la creazione di centri di eccellenza regionali nel settore della ricerca e della produzione industriale.
  3. Sistemi innovativi ICT per la Fabbrica Intelligente ed automazione: riferimento all’iniziativa FI SharedLab-Liguria ed al Cluster Nazionale Fabbrica Intelligente: sistemi per la produzione personalizzata; strategie, metodi e strumenti per la sostenibilità industriale; sistemi per la valorizzazione delle persone nelle fabbriche; sistemi di produzione ad alta efficienza; processi produttivi innovativi; sistemi di produzione evolutivi e adattativi; strategie e management per i sistemi produttivi di prossima generazione.